Quando cambiare lo spazzolino?

Dottoressa, ma ogni quanto tempo si deve cambiare lo spazzolino?

Come mi accorgo che lo spazzolino va sostituito?


Sono domande che molto spesso mi vengono poste dai miei pazienti ed a cui mi trovo a rispondere quotidianamente.

Cercherò di fare un po’ di chiarezza e di spiegarvi come capire subito quando cambiare il vostro spazzolino da denti.

Esistono in commercio tantissimi tipi di spazzolini ( con il manico dritto, curvo, con le setole più o meno lunghe, la testina di varie forme, ecc…) ma tutti sono accomunati dalla stessa funzione: aiutarci a pulire bene e mantenere in salute i nostri denti.
Proprio stamattina mi sono resa conto che il mio spazzolino aveva le setole tutte rovinate…e non puliva più bene i denti! Quindi era inutile spazzolarli.
Ma come accorgersi che è necessario? Per aiutarvi a capirlo ho fatto due foto: una allo spazzolino vecchio ed una a quello nuovo.
Eccole.


La differenza si nota tantissimo poiché le setole del vecchio spazzolino sono tutte aperte e quindi non sono efficaci.
Ora andate a prendere il vostro spazzolino…somiglia più alla prima o alla seconda foto?? Se è più simile alla prima, con le setole aperte, allora vi consiglio di cambiarlo, i vostri denti vi ringrazieranno.

Ultimo ma non meno importante da ricordare: come conservare lo spazzolino?

Pochi sanno che in bagno è utile conservare lo spazzolino con l’apposito copritestina per evitare che vapori e goccioline vadano a contaminarlo ma SEMPRE dopo averlo sciacquato sotto acqua corrente ed ASCIUGATO bene con un asciugamani pulito: questo eviterà ai batteri portati via dalla bocca di moltiplicarsi tra le setole grazie all’umidità residua.
Spero che questo mio articolo sia stato interessante e ricordatevi sempre di rivolgervi al vostro dentista o igienista di fiducia per farvi consigliare lo spazzolino più adatto alla vostra bocca.
E mi raccomando, cambiatelo almeno ogni tre mesi!

Posted by Francesca

Lascia un commento